TAGLI ALLA SANITÀ? LA CILIEGINA SULLA TORTA AL DDL 1977 (ENTI LOCALI)

Anche questa volta il piatto è servito!
Peccato che non sia solo indigesto, ma addirittura immangiabile.
Supercazzole tante, (soldi previsti apparentemente nuovi, che sono in realtà quelli messi a deposito e non utilizzati gli anni precedenti), cose buone non pervenute….e poi l’immancabile finale: una presa per i fondelli gigante.

Nessuno smania di discuterlo, oggi è già mancato 4 volte consecutive il numero legale. Se ne parlerà domani!
Figuretta per la maggioranza da spiaggia, nel senso da scavare una buchetta e riemergere in inverno quando al mare non c’è nessuno o al prossimo Governo, che si spera migliore.

Inizio ad illustrarvi alcune perle al vetriolo in SANITA’. Decisamente di questa ciliegina avremmo fatto tutti volentieri a meno!

La chicca principale è legata al discorso dell’APPROPRIATEZZA, che fa tanto figo e di base è pure un criterio in linea di principio razionale.
Ma senza criteri prestabiliti chiari e by-passando le competenze dei medici, che vengono udite udite tassati, fa veramente ridere.
I cittadini in caso dovranno decidere se accettare un intervento sanitario o no, ma su quale base? Chi decide se un esame è o no necessario?
La prossima tappa quale sarà? Regalare la laurea in medicina a tutti….così risparmiamo anche su medico di famiglia e su formazione universitaria?

Come annunciato dal commissario alla spending review Yoram Gutgeld ebbene mega TAGLIO fu!

2,3 miliardi di euro per il 2015 e altrettanti per i prossimi 2 anni e naturalmente tutto a fiducia! Un mega pacchetto da 10 MLD circa.

Taglio alle prestazioni specialistiche (visite, esami strumentali e di laboratorio) non necessarie. Poi se si decima una po’ di popolazione, il risparmio è assicurato!

Taglio sui ricoveri! Ti operi e vai a casa…altrimenti pagano tutti: medici, strutture e cittadini! Se la struttura convenzionata ha meno di 40 posti letto, tanto vale chiuda subito!

E sanzioni per gli ospedali in rosso. OK! Ma chiedersi perché sono in rosso e provare a rimediare e risolvere, vi fa schifo? Inoltre, saranno razionalizzate le strutture:

E la centrale unica di acquisto sarà monitorata da un osservatorio che sentenzia anche sui prezzi dei dispositivi medici (con tetto alla spesa del 4,4%)…..il bello sarà vedere chi ne farà parte.

Niente paura, nel caso peggiore i numeri saranno riutilizzati per il gioco del lotto…..

Della serie si ride per non piangere.

Categories: SALUTE

Comments are closed.