QUOD NON FECERUNT BARBARI, FECERUNT BARBERINI

A Roma “quello che non hanno fatto i barbari, lo hanno fatto i Barberini!»

A Fabriano “quello che non ha fatto la crisi, l’ha fatto la bruttezza”.

Fabriano un tempo ridente ed orgogliosa cittadina tra le colline marchigiane, modello di libera impresa, coraggio, determinazione e fermezza, nonché vetrina di bellezze paesaggistiche e storiche di tutto rispetto, rischia di diventare oggi mero simbolo emblematico di una città in declino.

Di questi giorni la notizia di un ennesimo scempio: una possibile trasformazione di una casa storica, di personaggi che hanno contribuito a far crescere e conoscere Fabriano nel mondo, in uno squallido supermercato.

La paura è che questa città diventi non solo un deserto, ma un inferno dei tartari.

Speranze ci sono state e ci sono, ricordiamo ad esempio la mostra del Gentile, nonchè diverse iniziative di cittadini finalizzate alla conservazione di beni e storie comuni.
Ed abbiamo avuto ed abbiamo eccellenze pronte a reinventarsi, ma sopra a tutto, purtroppo, sempre l’offuscamento di una cappa di irragionevolezza e le spietate regole di una cementificazione cieca e dannosa a se stessa.
Autolesionante perché dequalificare una città deprezza anche i singoli interventi e le singole proprietà.

Una città piena di capannoni vuoti e stereotipati supermercati, troppi per sempre meno persone e minore capacità di spesa.

Decisamente non si sente l’esigenza di altre brutture e sempre più si avverte invece un bisogno esasperato di “praticare la bellezza” e pensare a regole per tutelarla e promuoverla.

Superare l’appiattimento e l’omologazione per un ripensamento critico del profilo della città, delle sue modalità di sviluppo, partendo dal rispetto della sua storia e della sua anima. Ritrovare una corrispondenza armoniosa tra tempi e funzioni, spazi chiusi e aperti.

Occorre organizzazione, diversità, ecologia, arte, storia e recuperare una dimensione simbolica.

Abitare bene per migliorare le nostre condizioni di vita e provare ad essere un po’ più felici.

L’animo dei cittadini è sempre più affranto di fronte a tanta bellezza oltraggiata ‪#‎Fabriano_siamo_noi‬‪#‎possiamo_fare_la_differenza‬.

Categories: REGIONE MARCHE

Comments are closed.